google.com, pub-7571681809283741, DIRECT, f08c47fec0942fa0

Moltiplicazione per margotta, come si fa? - Coltivare l'orto

Vai ai contenuti

Moltiplicazione per margotta, come si fa?

Antologia > Tutti gli argomenti > Giardinaggio
La margotta è un metodo utilizzato per moltipplicare diversi tipi di piante, alternativo alla propaggine. Questa si attua interrando  una sezione ripiegata di un ramo flessibile di una pianta, finché emette nuove radici, dopodiché lo si tagla per separarlo dalla pianta madre. La margotta, invece, è utile per ricavare una nuova pianta da un ramo non sufficientemente flessibile da poter essere interrato.
In effetti, se con la propaggine si porta una sezione di ramo alla terra, con la margotta si porta la terra ad una sezione di ramo. L'obiettivo è semppre lo stesso: far sì che la porzione di ramo decorticata, a contatto con la terra, emetta nuove radici. A quel punto verrà  separato dalla pianta madre e  collocato in terra dove si vuole che cresca.


1) Praticate un taglio in diagonale fino alla metà dello spessore del ramo.
2) trattate il taglio con un prodotto a base di ormoni radicanti (acquistabile in ogni Garden Center ben fornito) e inserite nello spacco un po' di muschio
La margotta è adatta a qualunque tipo di pianta o arbusto da fiore o da frutto, in particolare per le camelie, le rose e gli agrumi in genere, e le piante da appartamento. Il periodo migliore per eseguire unaa margotta è aprile, ma si può  tentare in qualsiasi periodo dell'anno, quando la pianta è in vegetazione. Usate un ramo giovane ma lignificato. Il taglio della corteccia va fatto a circa 30 cm dalla cima del ramo.
Quando staccherete la margotta, la pianta madre emetterà presto nuove ramificazioni sotto il vostro taglio.


3) Così si presenta la zona dove è  stato praticato il taglio, coperta di muschio
4) Avvolgete il tutto con del telo plastico trasparente



5) Sigillate l'estremità inferiore della margotta
6) Sigillate anche l'estremità superiore e attendete l'emissione di radici, che potrete vedere attraverso la plastica trasparente. A radicazione avvenuta liberate la margotta dalla plastica, tagliatela  due o tre centimetri al di sotto e lasciate intatta la parte superiore.  Interrate la margotta come se fosse una nuova piantina. Dalla parte recisa della pianta madre spunteranno  presto nuove ramificazioni per ricostituire l'estetica del ramo.




Schema di una moltiplicazione per margotta. In questo esempio non si è praticato il taglio diagonale fino a metà dello spessore del ramo, ma si è rimossa una porzione di corteccia alta alcuni centimetri.  Sulla porzione decorticata si è applicato un  ormone radicante, poi il muschio e si è proceduto a sigillare tutto con plastica. Nell'ultima figura la margotta radicata, pronta a essere tagliata in basso e in alto  e a essere messa a dimora come una nuova pianta.

Buon orto a tutti !!!
Torna ai contenuti