google.com, pub-7571681809283741, DIRECT, f08c47fec0942fa0

Coltivare il fagiolo dell’occhio. - Coltivare l'orto

Vai ai contenuti

Coltivare il fagiolo dell’occhio.

Antologia > Tutti gli argomenti > Fagioli, varietà particolari
 
Coltivare il fagiolo dell’occhio

Tra le attività possibili nell’orto di luglio e agosto, sicuramente ci sono alcune semine tra le quali spiccano quelle dei cavoli e dei fagioli. Questi secondi, specialmente se consideriamo la varietà nane, hanno un ciclo piuttosto breve: i primi fagiolini si possono raccogliere 50-60 giorni dopo la semina. Nelle zone più calde si possono ancora seminare i fagiolini nani dell'occhio
I fagioli dall’occhio sono una varietà di legume buonissima e ricca di proprietà. Sono inconfondibili, li riconoscerete facilmente dalla piccola macchia nera, detta occhio, che hanno sulla parte laterale, nel punto in cui erano uniti al baccello, che li rende davvero caratteristici


Fagioli dell'occhio.  Esistono varietà nane (con un ciclo produttivo più  breve) e varietà  rampicanti, che vanno seminate al massino entro maggio
L’importante, nel fare la semina di un ortaggio, è che il suo ciclo produttivo termini quando ancora le temperature sono favorevoli. I fagiolini seminati in luglio si possono raccogliere in settembre-ottobre, quando le temperature sono ancora miti in tutta la penisola. Invece i fagioli da sgusciare, e quelli rampicanti, hanno cicli molto più lunghi; il loro prolungamento in mesi come novembre e dicembre, se è possibile nelle zone costiere e nelle isole, e spesso anche in Val Padana, diventa sconsigliato nella fascia alpina e in quella appenninica.


Fagiolo  dell'occhio di Brebbia
I fagioli non sono molto esigenti dal punto di vista della concimazione, anche perché, come tutte le leguminose, sono in grado di procurarsi da soli l’azoto dal terreno. Quindi, se seminate in vaso, utilizzate del terriccio da giardino miscelato al 50% con terra normale e arricchito con dello stallatico pellettato o della cenere di legna, se l’avete, in misura di mezzo bicchiere per ogni secchio di terra.  Ricordo sempre che sia in vaso che in terra, una spolverata di calciocianamide da sotterrare subito, oltre ad apportare calcio,  è un ottimo insetticida contro moltissimi insetti terricoli, quelli che non riuscireste a combattere con i vari macerati.


Fagiolo rampicante dell'occhio Ascension
Cento grammi di fagioli dall'occhio contengono circa 23 grammi di proteine. I fagioli dell'occhio sono ricchi di vitamine tra cui la A, la C e il gruppo B. ma anche di minerali come ferro, magnesio, potassio, calcio, zinco e selenio


Fagiolo dell'occhio in crescita
Contengono pochi grassi ma sono ricchi di fibre e quindi contribuiscono ad aumentare il senso di sazietà. Sono ideali anche per chi è a dieta dato che sono ipocalorici.


Fagiolo Venero del genere Vigna Anguicularis
Per la semina, Tracciate un solco profondo 4 cm nel terreno.
Bagnate abbondantemente il fondo del solco. Una volta fatta la semina è consigliabile non innaffiare il terreno finché l’emersione non sarà completa.
Distribuite i fagioli in una fila, alla distanza di 2-3 cm uno dall’altro.
Coprite e pressate leggermente il terreno; segnalate il tipo e la data di semina con un cartellino.


Fagiolo dell'occhio Aquila Lupinaro
I fagioli cominciano ad emergere dopo 8-12 giorni dalla semina.
A questo punto aspettate che i fagioli emettano i fiori e poi i baccelli. E’ importante innaffiare con cura, mantenendo sempre il terreno umido ma non bagnato. I fagioli soffrono moltissimo la mancanza di acqua.
Per chi ama seguire le fasi lunari, ricordo che i fagioli di ogni tipo si seminano in luna crescente.


Fagiolo dell'occhio rampicante in crescita


Fagiolo DELL'OCCHIO NERO tipico campano


Fagiolo dell'occhio rampicante coltivato in vaso
Buon orto a tutti !!!
Torna ai contenuti