L’Europa proibisce la coltivazione degli orti?










 Home 
Tutti gli articoli
Sta impazzando sul web, nei siti e nei blog specializzati, una notizia che lascia perplessi, per non dire sgomenti, milioni di hobbisti: l’Unione Europea sta per varare una legge in base alla quale non sarà più possibile coltivare ortaggi se non utilizzando sementi approvate. A questi burocrati regaliamo una bustina (autoprodotta) di semi di...COCOMERO ASININO!
 
 

Una legge proposta dalla Commissione Europea, la “Plant Reproductive Material Law”, renderebbe illegale “coltivare, riprodurre o commerciare” i semi di ortaggi che non siano stati “analizzati, approvati ed accettati” da una Agenzia Europea detta “Agenzie delle Varietà Vegetali Europee”.

Tra poco, se proverete a coltivare nel vostro orto i pomodori con seme autoprodotto da voi, correrete il  rischio che una pantera dei carabinieri irrompa nel vostro giardino sequestrando il “corpo del reato” e denunciando la vostra coltivazione illegale (quasi fosse marjuana) alla Procura della Repubblica.

Ogni semente dovrà essere analizzata ed autorizzata, naturalmente a spese nostre
 

Se mai l’Europa avesse voluto rendersi ancora più odiosa di quanto a volte pare essere, non avrebbe potuto scegliere un argomento migliore. Pensionati, casalinghe, hobbisti che pensavate di arrotondare il vostro bilancio con qualcosa di sano autoprodotto, sappiate che tra poco potrete farlo soltanto acquistando semi (mi raccomando, conservate la fattura!)  prodotti dalle grandi multinazionali, a un prezzo che vi lascio immaginare.

Basta fave ricavate dai semi dell'anno scorso, i semi li dovrete comprare
 

Come afferma Mike Adams su “Natural News”, questa mossa è la soluzione finale della Monsanto, della Dupont e di altre multinazionali dei semi, che da tempo hanno tra i loro obiettivi il dominio completo di tutti i semi di tutte le coltivazioni del pianeta. “Criminalizzando i piccoli coltivatori di verdure, qualificandoli come potenziali criminali, i burocrati europei possono finalmente consegnare il pieno cpntrollo della catena alimentare nelle mani di corporazioni potenti”.

Estirpate subito ogni cicoria che cresca spontaneamente, potreste essere accusati di averla seminata voi stessi
 

Qualcuno però afferma chele conseguenze della legge non saranno così gravi. In effetti M.F. Piva su Blogeko afferma:
“La proposta offre la scelta ai contadini tra usare semi certificati o non certificati (standard). La scelta dipende dalle necessità e dalle preferenze di ogni coltivatore. I semi certificati offrono migliori garanzie di qualità mentre quelli standard di solito hanno prezzo più bassi. Lo scambio di semi o altro materiale per la riproduzione delle piante tra non professionisti resta al di fuori degli scopi della legge. Ciò che viene venduto da non professionisti o da micro imprese per mercati di nicchia è esente dall’obbligo di registrazione. Le imprese con meno di 10 dipendenti e un fatturato annuo inferiore ai 2 milioni di euro possono vendere le loro varietà di piante di nicchia senza obbligo di registrazione.”

E se qualche ortica cresce spontaneamente, affrettatevi a nasconderla, infatti anche questa è una pianta commestibile.
 
 

LIBRI
OFFERTA DEL MESE
UN PREZIOSO MANUALE A STAMPA dal catalogo di
Coltivare l'orto Editrice

Questa offerta è valida 30 giorni e non verrà ripetuta

A quale parere possiamo dare credito, quello di Mike Adams o quello di M.F. Piva? Conoscendo la sensibilità e la predisposizione a fare il bene del popolo tipica dei burocrati europei, personalmente sono piuttosto pessimista.

Attenzione, non raccogliete i semi del porro! Potreste essere incriminati
 
 
 

Nel frattempo, a tutti i signori che in sede di Commissione europea si stanno tanto preoccupando della salvaguardia dei semi, vogliamo fare un regalo, restando in argomento: una bustina (autoprodotta) di semi di..cocomero asinino!

Anche le radici sono utile alla riproduzione. Forse verrà creato anche un registro delle radici consentite?
 
A tutti i signori che in sede di Commissione europea si stanno tanto preoccupando della salvaguardia dei semi, vogliamo fare un regalo, restando in argomento: una bustina (autoprodotta) di semi di..cocomero asinino!
 
 
Questo articolo ti è stato utile? Clicca su  "Mi Piace"
 


500 segreti per avere un orto meraviglioso

320 Pagine. Formato 17x24 cm. Illustrato

L’antica abitudine di coltivare un orto sta tornando di grande attualità. Dopo qualche decennio trascorso nella illusione di un consumismo facile senza prezzi da pagare, ci stiamo accorgendo che alcuni prezzi ci sono: la rinuncia alla genuinità dei cibi e una totale subordinazione a un sistema produttivo di cui non si conoscono i meccanismi. L’orto come lo si intende oggi non è solo una piccola fonte di reddito, ma soprattutto una nuova filosofia di vita, un metodo sano per recuperare il giusto rapporto con la natura, con la terra e con il cielo. Purtroppo, molte conoscenze sono andate perse, e oggi non esistono scuole né insegnanti in grado di trasferire cognizioni non accademiche, ma pratiche, a chi vuole incominciare.
SCONTI E OMAGGI
PER SAPERNE DI PIU'

 

 

HomeTutti gli articoli          

 

Iscriviti alle News di Coltivare l'orto

Verrai subito reindirizzato alla pagina per scaricare tutti gli ebook gratuiti disponibili