Conoscere e usare il Tessuto non tessuto.









 Home 
Tutti gli articoli
L’inverno è un periodo poco favorevole per l’orto, tanto che molti preferiscono sospendere le coltivazioni da novembre a marzo, fatta eccezione per pochissimi ortaggi. Eppure le tecnica moderna fornisce mezzi di protezione molti efficienti, che rendono possibile aumentare di molto le varietà coltivate. Uno dei mezzi che si sta diffondendo sempre più è il Tessuto non tessuto, o TNT.

 

Condividi questo articolo sul tuo Social Network preferito
 
 

Se consideriamo la spesa ed il lavoro necessari a predisporre sistemi di protezione dal freddo in un piccolo orto, sicuramente l’uso del tessuto non tessuto è una delle soluzioni da preferire.

Il suo curioso nome deriva dal fatto che, pur essendo molto simile ad un tessuto, si ottiene con tecniche produttive diverse dalla tessitura, che consiste dall’incrocio di fili a trama ed ordito con l’aiuto di telai.

Tessuto non tessuto
 
Il tessuto non tessuto ha molteplici usi, sia nella produzione di abiti quanto anche in edilizia dove, per la sua leggerezza, viene usato nella produzione dei controsoffitti, nell’arredamento e in percentuale non secondaria in agricoltura.
 
 
 
 
Usi del tessuto non tessuto. Foto dal sito di Caretta Tessiture
 
Aiuola di fragole protetta con il tessuto non tessuto
 

Le caratteristiche del tessuto non tessuto

Anzitutto il TNT non marcisce e non si sfilaccia, quindi può essere riusato molte volte senza problemi.  Protegge le coltivazioni non solo dal freddo, ma anche dal vento, e attenua i cambiamenti bruschi di temperatura: in particolare preserva le foglie dalle micidiali brinate mattutine.

Una caratteristica determinante per l’agricoltura è che lascia passare la luce e, pur bloccando il vento, lascia passare l’aria.

 
 

E-book
OFFERTA DEL MESE

Cogli l'attimo! Non perdere l'occasione!

 
Usi del tessuto non tessuto.
 

Nell’uso si può predisporre un sistema di sostegno, come gli archetti che sostengono il PVC, ma si può anche distendere direttamente sulle coltivazioni bloccandolo tramite la distribuzione di palate di terra lungo i bordi. Su un terrazzo può essere steso sulle piante quando si temono gelate notturne, per toglierlo poi al mattino. L’operazione richiede un tempo che si misura in minuti se non in secondi.

 
Fusto di rampicante protetto con tessuto non tessuto
 

I NOSTRI LIBRI
ULTIME NOVITA'
UN PREZIOSO MANUALE A STAMPA dal catalogo di
Coltivare l'orto Editrice

 
 
 
Usi del tessuto non tessuto.Foto dal web (Dossier CNR)
 
 

LIBRI
OFFERTA DEL MESE
UN PREZIOSO MANUALE A STAMPA dal catalogo di
Coltivare l'orto Editrice

Questa offerta è valida 30 giorni e non verrà ripetuta

 

Togliendo e rimettendo il telo questo si può sporcare, ma lo si può lavare senza problemi anzi è consigliabile farlo per consentire una filtratura di luce ottimizzata.

 

Il tessuto non tessuto è venduto in rotoli o in pezzi già tagliati
 
Occorre tenere presente che in zone soggette a gelate notturne ripetitive il TNT non è certamente sufficiente. Ma in ogni altra zona, dove potrebbe verificarsi nel corso dell’inverno, occasionalmente, qualche notte sottozero, il suo uso è efficace.
 
Pianta in vaso protetta con tessuto non tessuto
 
 

I BESTSELLER
DAL NOSTRO CATALOGO, UNA compilation degli E-book più richiesti negli ultimi tre mesi.

IN OFFERTA  A UN PREZZO CONVENIENTISSIMO.
ACQUISTA E FASI SUBITO IL DOWNLOAD
Per saperne di più

 

 

In definitiva, consiglierei a chiunque abbia un piccolo orto o un orto sul balcone, di approvvigionarsi con alcuni teli di TNT per usarli secondo necessità, così come alcuni abitanti delle zone pedemontane tengono in macchina le catene da neve sperando di non doverle usare.  

Usi del tessuto non tessuto. Foto dal sito di Caretta Tessiture
 
Rosaio protetto con tessuto non tessuto
 
 
 
Questo articolo ti è stato utile? Clicca su  "Mi Piace"
 

Novita'

Orto biologico e sinergico.
SEMINARE CON SUCCESSO PER RACCOGLIERE CON ABBONDANZA
Calcolo dei giorni migliori per la semina di ogni ortaggio

SOLO IN E-BOOK (pdf e epub)
110 pagine. Formato 17x24.  Illustrato.

Un libro che fa finalmente chiarezza sull’uso delle fasi lunari nella coltivazione dell’orto, in particolare sui periodi di semina.

Dopo aver spiegato come, perché e quando la luna influisce, prende questo dato come riferimento per calcolare con estrema precisione i giorni più favorevoli alla semina di ogni ortaggio. I nuovi criteri di coltivazione dell’orto tendono a emanciparsi dalla necessità di produrre a tutti i costi: privilegiano la genuinità del cibo e la naturalità dei metodi adottati in ogni fase. Nasce così l’orto biologico, che raggiunge la sua punta più avanzata nell’orto sinergico. In queste condizioni le piante non sono più violentate nella crescita da concimi, ormoni e pesticidi di varia natura, spesso usati massicciamente e oltre la reale necessità. Liberate dai condizionamenti chimici, e affidate nuovamente alle cure di terra, sole, acqua e aria, le uniche cose di cui hanno veramente bisogno, rigenerano la loro sensibilità alle influenze delicate dell’ambiente, come quella, osteggiata e misconosciuta, delle fasi lunari. Certamente le carezze delicate della luna sono vanificate quando le piante vengono sottoposte a criteri industriali di sfruttamento, ma riprendono importanza nelle condizioni naturali.

Questo libro prende in considerazione alcuni dati scientifici, come il tempo di germinazione e la temperatura necessaria, oltre a un dato che ci viene dalla tradizione millenaria, quello dell’influenza lunare. Dalla sinergia di queste informazioni deriva il calcolo dei giorni più adatti alla semina di ogni ortaggio. La giusta attenzione per le fasi lunari fa parte dell’insieme di cure necessarie al successo dell’orto biologico o sinergico, e può darci la sicurezza di aver cominciato bene. Le piante non sono indifferenti alle cure amorevoli, come tutti gli studi recenti confermano quotidianamente. Nel loro silenzio misterioso esulteranno di gioia nel vederci arrivare tra le file, a ricambieranno donandoci con amore i loro frutti sani e gustosi. Se pure in modo incomprensibile, noi e le nostre piante ci capiremo profondamente.

ACQUISTA e scarica SUBITO

Trovi interessante questo sito? 
Ogni pochi giorni vengono pubblicate novità, schede tecniche, esempi di coltivazione, prodotti, notizie utili al tuo hobby. Se vuoi essere informato GRATUITAMENTE  sulle novità di questo sito e degli altri blog del network, ISCRIVITI SUBITO. Potrai cancellarti quando vorrai.
 
 
HomeTutti gli articoli