Il ragnetto rosso si può eliminare facilmente in modo biologico


Ragnetto rosso
Il ragnetto rosso appartiene alla famiglia degli acari. I sintomi più evidenti della sua presenza  sono l’ingiallimento e l’avvizzimento delle foglie: osservando la pagina inferiore si possono osservare le loro “ragnatele”, ossia delle masse fioccose che servono alla protezione delle uova. I ragnetti sono minuscoli ma non è difficile notarli per via del loro colore rosso
 
Condividi questo articolo sul tuo Social Network preferito
 
 
 

Anzitutto bisogna osservare che il ragnetto rosso ama i luoghi secchi e rifugge l’umidità. Spesso per eliminare una infezione all’inizio è sufficiente spruzzare acqua semplice su tutta la pianta, con particolare attenzione alle pagine inferiori delle foglie.

Riscontrare l’infezione
I ragnetti rossi, della famiglia degli acari, sono parassiti fitofagi (si cibano delle foglie di ortaggi e fiori). Tessono delle minuscole ragnatele ma queste non servono a catturare prede, quanto piuttosto a proteggere le loro uova che depongono sulla parte inferiore delle foglie. Gli adulti si mostrano spesso sulla parte superiore, dove non è difficile riscontrarli, anche se sono piccolissimi, a causa del loro colore rosso che spicca sul verde delle foglie. In effetti, pur vedendo dei puntini rossi in movimento, è praticamente impossibile distinguere i particolari del loro corpo a occhio nudo.
I ragnetti pungono la superficie delle foglie e si cibano delle cellule che compongono la lamina fogliare. Si diffondono molto rapidamente perché producono fino a dieci generazioni nella stagione calda.
Tra i loro nemici naturali, cioè insetti che si nutrono di acari,  possiamo citare alcuni tipi di vespa e le coccinelle.

Ragnetto rosso molto ingrandito sulla superfice di una foglia
 

 
 
 

E-book
OFFERTA DEL MESE

Cogli l'attimo! Non perdere l'occasione!

 

La difesa può essere condotta senza problemi con metodi biologici, senza ricorrere a insetticidi, e si fa sfruttando anzitutto la loro avversione all’umidità. Proprio per questo motivo si sviluppano molto spesso sui balconi coperti. Come già detto, spesso è sufficiente spruzzare le piante con acqua semplice.

Un potenziamento della difesa bagnata si ottiene sciogliendo in un litro d’acqua un cucchiaio di scaglie di sapone di Marsiglia, spargendo poi la miscela con uno spruzzatore fine. 

 
 
Danni del ragnetto rosso su limone. (www.thehouseholdpests.org)
In caso di infezioni persistenti si possono usare degli infusi di aglio o di peperoncino. Preparate tre spicchi di aglio sbucciati e battuti, oppure un cucchiaino di peperoncino in polvere, e versateci sopra un litro di acqua bollente. Fate risposare fino al raffreddamento, filtrate e spruzzate con uno spruzzatore fine. Potete ripetere l’operazione ogni 2-3 giorni fino alla scomparsa dei ragnetti.
Ragnetto rosso
 

I NOSTRI LIBRI
ULTIME NOVITA'
UN PREZIOSO MANUALE A STAMPA dal catalogo di
Coltivare l'orto Editrice

 

I ragnetti rossi tessono una sottilissima ragnatela

 
 
 
 
 
 
Questo articolo ti è stato utile? Clicca su  "Mi Piace"
 
 
 
 
 
 
 
HomeTutti gli articoli          
 


 
BUON ORTO A TUTTI!!!
Articoli precedenti
Se ti interessa un argomento particolare, puoi trovare più velocemente tutte le occorrenze presenti su questo sito da questa pagina:
CERCA NEL SITO